In servizio, in qualita' Direttore del Reparto di Ortopedia e Traumatologia e Centro Regionale Veneto per la Chirurgia Protesica e mininvasiva dell'anca e della spalla dell'Ospedale San Bassiano di Bassano del Grappa (VI). La propria casistica operatoria annovera oltre ventiduemila interventi chirurgici con particolare riguardo alle patologie dell' anca e della spalla .

INFORMAZIONI

La moderna tendenza della chirurgia ortopedica e' quella di utilizzare approcci sempre meno invasivi applicando la filosofia della Tissue Sparing Surgery La chirurgia mini-invasiva preservando le strutture anatomiche (cute, muscoli, vasi, nervi, tessuto osseo e tessuto emopoietico) consente un miglior recupero post operatorio e migliori risultati funzionali. Per tale motivo, particolare attezione viene rivolta allo studio ed al trattamento artroscopico delle varie patologie dell'anca e della spalla. Per il trattamento della patologia degenerativa dell'anca (coxartrosi) e della spalla (omartrosi) si utilizzano tecniche mini-invasive e vari tipi di protesi, con l'obiettivo di ottenere un impianto protesico che meglio soddisfi l'esigenza del paziente. La filosofia della Tissue Sparing Surgery viene applicata anche nei casi in cui si rende necessaria la sostituzione di una o di entrambe le componenti protesiche (Reimpianto della protesi).

dott. Giovanni Grano

RICERCA

Le artrosi, le artriti e altre malattie possono comportare danni tali da compromettere la deambulazione e l'autosufficienza del malato. Le artroprotesi con materiali nuovi e biocompatibili costituiscono oggi una soluzione chirurgica estremamente affidabile, con risultati soddisfacenti oltre il novanta percento dei casi, anche a molti anni di distanza dall'intervento, se effettuati in centri specialistici e di grande esperienza. Ne consegue che le grandi disabilita' motorie, particolarmente numerose un tempo, sono ora notevolmente diminuite, specie a carico delle persone anziane, le quali hanno migliorato la propria qualita' di vita.
Particolare attenzione viene rivolta alla prevenzione dell'artrosi dell'anca attraverso la diagnosi ed il trattamento precoce dell'Impingement femoro-acetabolare(FAI) . Ormai è stato dimostrato che il FAI rappresenta una condizione anatomo-patologica dell'anca che determina nel tempo alterazioni a carico della cartilagine dell'anca con conseguente sviluppo dell'artrosi. Oggi grazie alle moderne tecniche diagnostiche(Artro-RMN) ed alle moderne tecniche artroscopiche è possibile trattare precocemente il FAI e le lesioni associate in modo da prevenire o rallentare l'evoluzione della malattia artrosica.